Salva

Filtra per

Più Idee per il tuo Benessere

22 maggio

Leggi 

Cura dei piedi: le foot mask sono la tendenza del momento!

No, non basterà mettersi uno smalto colorato per avere piedi belli e curati in spiaggia! La pelle in quella zona ha bisogno di trattamenti specifici: non vorrete mica sfoggiare calli, duroni e unghie troppo lunghe. Per non parlare dei talloni screpolati! La cura del piede inizia dall’attenzione che possiamo dedicare alla loro pulizia e dall’igiene quotidiana. In generale, se non si hanno particolari problemi, basterà tenere il piede privo di zone secche e di pelle dura in eccesso. Le zone più soggette a questi problemi sono i talloni, che tendono a indurirsi e ispessirsi in modo importante, soprattutto con l’utilizzo di calzature dalla suola dura e poco confortevole durante l’inverno. Ecco i nostri consigli per piedi belli e sani in vista della bella stagione: Fare uno scrub almeno una volta a settimana contribuirà a mantenere la pelle dei piedi sempre morbida, soprattutto nelle zone dei talloni e della pianta.
In alcuni casi, dove la pelle risulta più spessa e indurita consigliamo l’utilizzo di una raspa, utile ad ammorbidire in poco tempo i vostri piedi. Tagliare le unghie ogni circa 10 giorni (dipende dalla ricrescita a cui siamo soggetti). Queste dovranno essere accorciate per mezzo di una lima, avendo cura di non tagliare gli angoli per evitare la formazione di infezioni e unghie incarnite.
 Applicare ogni giorno una crema idratante specifica per i piedi. 
In caso di zone molto secche, consigliamo anche l’utilizzo di un Olio di Mandorla da applicare la sera, prima di coricarsi, coprendo il piede con un calzino di cotone per far penetrare i benefici del trattamento durante la notte. Fare un pediluvio settimanale con sali defaticanti e oli essenziali: un vero toccasana per rigenerare la pelle dei piedi! Applicare uno smalto colorato, senza dimenticarsi una buona base trasparente , per evitare che le unghie diventino gialle. Per far durare a lungo il risultato, basterà sigillare lo smalto colorato con un top coat brillante.
Un consiglio in più: non utilizzate lo smalto nei primi giorni di mare, così le vostre unghie si rinforzeranno sotto il sole facendo il pieno di vitamina D! Se invece fate parte del team “poco tempo per tutti questi passaggi” abbiamo buone notizie per voi: per prendersi cura dei piedi oggi bastano solo 20 minuti! Mai sentito parlare di foot mask? L’ultima mania beauty che si indossa come un calzino e regala piedi sempre belli e in ordine. La nostra preferita? Scholl Pedimask Nutriente , una maschera nutriente, senza profumazione e coloranti. È facile da usare perché si indossa come un calzino e voilà, fa tutto da sola, senza sporcare in giro: una vera coccola di bellezza, che ci libera dagli inestetismi della pelle secca e mette in risalto i nostri bei piedini! SCHOLL PEDIMASK NUTRIENTE OLIO DI MACADAMIA / 0% PROFUMI E COLORANTI Tacchi vertiginosi e lunghe passeggiate in riva al mare in vista? Cominciate da una buona pedicure e vedrete che il dolore ai piedi sarà solo un lontano ricordo!

Leggi
21 maggio

Leggi 

Al sole si, ma responsabilmente: scegli la crema solare più adatta a te!

Il sole tarda ad arrivare? Guardiamo il lato positivo: più tempo per scegliere creme e trattamenti solari, per goderci al meglio la nostra estate! Partiamo con lo sfatare uno dei miti più lungimiranti della storia: con la protezione solare non ci si abbronza. Niente di più falso! Utilizzare una crema con filtro 50 o 50+ è il primo step per ottenere un’abbronzatura duratura, senza danneggiare la pelle. Questo tipo di creme solari, che rientrato nelle fasce di protezione alta e molto alta ai raggi UVB, sono l’ideale per i primi giorni d’esposizione prolungata, specialmente per i fototipi più chiari. Per scegliere correttamente la crema solare per il proprio tipo di pelle, infatti, bisogna innanzitutto conoscere il proprio fototipo , una classificazione utilizzata in dermatologia, determinata sulla qualità e sulla quantità di melanina presente in condizioni basali nella nostra pelle. L’epidermide di ognuno di noi reagisce alla luce in maniera diversa: il fototipo indica le reazioni della pelle all’esposizione alla radiazione ultravioletta e il tipo di abbronzatura che è possibile ottenere tramite essa. Esistono 6 fototipi: Fototipo 1 - Capelli biondi o rossi con pelle chiarissima Fototipo 2 - Capelli biondi o castani con pelle chiara Fototipo 3 - Capelli biondo scuro o persone con pelle sensibile Fototipo 4 - Capelli castani con pelle moderatamente sensibile Fototipo 5 - Capelli castano scuro e carnagione olivastra Fototipo 6 - Capelli molto scuri e pelle non sensibile A ogni fototipo corrisponde il giusto fattore solare che è quel numero che trovate indicato su ogni prodotto (10, 20, 50, ecc.) con la sigla SPF (Solar Protection Factor). E’ importante scegliere creme solari con filtri di protezione sia per i raggi UVA che UVB. Qual è la differenza? I raggi UVB si fermano al livello dell’epidermide e possono provocare danni immediati (come scottature ed eritemi solari), mentre i raggi UVA raggiungono anche il derma , lo strato cutaneo che si trova sotto all’epidermide, e sono responsabili di invecchiamento della pelle e danni cellulari. Un’altra cosa importantissima da ricordare: la protezione solare, almeno in viso, andrebbe indossata 365 giorni l’anno e, ancor di più, a primavera inoltrata. Per l’imminente stagione calda, sono tantissime le novità “solari” da mettere nella valigia delle vacanze e, perché no, da utilizzare anche in città, senza dimenticare l’importanza della protezione anche per i capelli. Qui sotto una carrellata dei migliori prodotti solari per l’Estate 2019 che potete trovare sul nostro shop online: www.piumeshoponline.com PREP SOLARE CREMA PROTEZIONE PELLI SENSIBILI SPF50+ HAWAIIAN TROPIC PROTECTIVE DRY SPRAY OIL SPF20 AMBRE SOLAIRE ACQUA UV IP30 BILBOA BIMBI SPRAY CAPELLI AL SOLE CLINIANS SOLARE LATTE PROTETTIVO ANTI AGE SFP6 COLLISTAR SOLARE STICK PELLI SENSIBILI SPF 50+ COPPERTONE BABY SOLARE CREMA PROTETTIVA SPF 50+ DELICE SOLARE CREMA UVA SPF 20 CAROTA NERA PIZ BUIN SOLARE ALLERGY FLUIDA CORPO SPF30 EQUILIBRA ALOE SOLARE CREMA SPF50+ DELICE SOLARE OLIO SPRAY PER CAPELLI

Leggi
15 maggio

Leggi 

Lavarsi i denti non basta: le regole d’oro per una corretta igiene orale

Quando si parla di igiene orale, molte persone pensano solo a due strumenti: spazzolino e dentifricio. Per evitare problemi legati ad una scarsa igiene dentale (carie, gengive infiammate), è necessario innanzitutto includere nella propria oral routine l’utilizzo di altri prodotti utili, primi tra tutti collutorio e filo interdentale. Ma anche questo non basta! Vediamo insieme qualche regola per una bocca sana e protetta nel tempo . Regola numero 1: seguite un’alimentazione corretta È importante limitare il consumo di cibi contenenti zucchero e amido (caramelle, merendine, bevande). Sono da prediligere gli alimenti ricchi di calcio - come latte e yogurt - e fluoro - il pesce, per esempio - che aiutano la salute dei denti e fanno bene all’organismo. Regola numero 2: scegliete accuratamente il vostro spazzolino Lo spazzolino dovrebbe avere setole medie (o morbide) e una testina che si adatti alla conformazione della bocca, consentendo di raggiungere i denti in tutti i punti. Ogni quanto cambiarlo? Quando le setole cominciano deformarsi, è giunta l’ora! Regola numero 3: lavate i denti dal basso verso l’alto I denti si lavano dall’alto verso il basso, su tutto l’arco dentale, senza dimenticare le arcate interne e gli spazi interdentali, per almeno due minuti . Il consiglio in più? Passate lo spazzolino anche sulla lingua : questo passaggio è importante per eliminare i batteri ed evitare l’alito cattivo! Regola numero 4: identificate il dentifricio perfetto per le vostre esigenze Per denti sensibili, al fluoro, anti-placca, anti-tartaro: scegliere il dentifricio giusto è importante , perchè è lo strumento fondamentale per detergere e rinfrescare il cavo orale , proteggendo la bocca dai più comuni disturbi dentali. Infatti, come i bambini, anche gli adulti sono soggetti alle carie, così come a disturbi gengivali, che a loro volta possono portare a problemi più seri. E’ quindi molto importante: Rimuovere quotidianamente la placca (deposito di batteri sulla superficie dei denti) spazzolando i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro che è l’elemento essenziale per la prevenzione della carie . Usare il filo interdentale quotidianamente per rimuovere la placca tra i denti, prima che si trasformi in tartaro . Una volta che il tartaro si è formato può essere rimosso solo con la pulizia professionale. Fare visite regolari di controllo dal dentista, almeno 2 volte l’anno se non si hanno problemi specifici. Il nostro consiglio? I dentifrici della nuova gamma Colgate Total® , che offrono una protezione superiore per denti, lingua guance e gengive. Aiutano a prevenire: placca, carie, gengivite, ipersensibilità, macchie e accumuli di tartaro, erosione dello smalto e alito cattivo*. Il nuovo dentifricio Colgate Total Original con tecnologia rivoluzionaria che protegge attivamente tutta la bocca. Il nuovo dentifricio Colgate Total Whitening aiuta a rimuovere le macchie in superficie e donarti un sorriso più bianco. Scegliete di avere una bocca più sana e protetta, grazie ai nostri consigli per voi e per la vostra famiglia! *superiore riduzione dei batteri dopo 12h su denti, lingua, guance e gengive vs un comune dentifricio al fluoro, con 4 settimane di uso continuativo.

Leggi
29 aprile

Leggi 

Sognate un bagno sempre profumato? Vi sveliamo il nostro segreto!

Cattivi odori, sanitari da igienizzare, calcare incrostato nella doccia: la pulizia del bagno non è di certo una passeggiata! Pulire la casa quotidianamente è importante, soprattutto in primavera, quando le finestre rimangono spesso aperte e portano all’interno lo sporco, che inizia ad accumularsi. La stanza che necessita di maggior attenzione è sicuramente il bagno, soprattutto il water che deve essere igienizzato a fondo per evitare la formazione di aloni, macchie gialle e incrostazioni causate dall’acqua . Trattandosi di un luogo molto intimo, è fondamentale tenerlo sempre pulito ed igienizzato, stando attenti a disinfettare le superfici con gli ingredienti giusti e pulendo tutti i giorni. I luoghi umidi del bagno, infatti, favoriscono l’insorgere di muffe, che possono causare odori sgradevoli provenienti da scarichi e servizi igienici. I rimedi per risolvere questo fastidioso problema sono tanti, noi oggi vi mostriamo il nostro preferito: Bref Perfume Change . Bref, Perfume Change tavoletta profumata wc Due profumazioni in un unico prodotto: la tavoletta solida Bref Perfume Change quando è asciutta diffonde nel bagno una prima delicata fragranza di Mela Verde, ma durante lo sciacquo, una volta bagnata, la tavoletta si attiva ed emana il profumo di un leggendario fiore acquatico, la Ninfea Rosa. Quando la tavoletta si asciuga, torna a diffondere il profumo di Mela Verde. Una piacevole “magia” che si compie in pochissimo tempo, frutto dell’innovativa tecnologia Acqua Activ , con cui Bref risponde al bisogno di novità e profumo dei consumatori: recenti sondaggi, infatti, dimostrano che le persone si abituino velocemente alla fragranza rilasciata dalle tavolette WC, tanto da non percepirla più. Prima Mela Verde, poi Ninfea Rosa: l’alternanza tra le fragranze è una piacevole sorpresa e si aggiunge all’azione igienizzante delle quattro sfere nel wc . Lo stesso succede con la variante in cui si alternano i profumi di Mela Cotogna e Pesca Nettarina. Anche i vostri servizi igienici emanano cattivo odore? Non vi resta che seguire i nostri consigli per liberarvi una volta per tutte degli odori sgradevoli: con questo trucchetto il vostro bagno sarà sempre profumato!

Leggi
12 aprile

Leggi 

Cambio stagione: come organizzare (e profumare) l’armadio

Ci accompagnano ogni giorno, vivono le nostre emozioni, ci fanno sentire speciali e a nostro agio e vorremmo che non invecchiassero mai: sono i nostri vestiti, compagni inseparabili di mille avventure. Ma la vita è fatta per variare: il cambio stagione è un’ottima occasione per fare una pulizia approfondita dell’armadio e per eliminare tutti quei capi che non indosseremo più. Regola base per iniziare: se non l’hai indossato per tutta la scorsa stagione, molto probabilmente non lo farai neanche quest’anno . Arriviamo così al primo step: svuotate l’armadio ed eliminate il superfluo . Controllate tutti i capi, verificate che siano puliti e che non abbiano bisogno di riparazioni, mettete da parte tutti quelli che non indossate più e preparate un sacco per donare ciò che è in buono stato. Step due: pulite l’armadio e lavate con cura i capi da riporre . Ogni giorno sottoponiamo i nostri abiti a diverse insidie: distratti pasti, lavaggi frequenti e soprattutto armadi e cassetti non protetti. Come prendersi cura dunque del proprio guardaroba in modo semplice e naturale? Con Orphea è possibile curare e proteggere i propri capi tutto l’anno in modo facile ed efficace . Le sue formulazioni naturali a base di oltre 400 essenze estratte da piante e fiori, proteggono tutte le fibre naturali: lana, cotone, lino, cachemire e seta, rilasciando piacevoli e inconfondibili fragranze che personalizzano in maniera gradevole e non invadente i capi. Una protezione a 360° che inizia dal lavaggio e continua all’interno di armadi e cassetti grazie a una linea completa di prodotti unici, che preserva l’integrità delle fibre più delicate, nata dalla selezione di fragranze naturali ed efficaci che soddisfano le esigenze di tutti noi. ORPHEA, PROFUMA BIANCHERIA AL PROFUMO DI FIORI 18 LAVAGGI Step tre: fate ordine . L’ordine è importante, non soltanto perché vi aiuta a trovare con rapidità i vestiti, ma permette di conservarli ben piegati e pronti da indossare. Per conservare gli abiti una volta lavati, riponeteli con cura in cassetti, armadi e ceste. È possibile proteggerli utilizzando dei diffusori imbevuti di essenze naturali , dall’efficacia protettiva e che profumano il guardaroba della vostra essenza preferita. Se avete un armadio suddiviso in vari ripiani, i foglietti per cassetti e armadi sono la soluzione ideale per proteggere e profumare i capi , pratici da poggiare sugli scaffali interni, da inserire sugli appendiabiti e anche nei cassetti e nelle scatole delle biancheria. Imprescindibili a ogni cambio di stagione. Per proteggere la biancheria e i tessuti preziosi, optate per dei sacchetti profumati . Basta poco per dare il benvenuto a minigonne e t-shirt e con i nostri consigli sarà tutto più semplice: pronti, partenza, via!

Leggi
05 aprile

Leggi 

Come è cambiato il Make-Up, dagli anni Venti fino ai giorni nostri

Presente sin dall’antichità, il Make Up è da sempre sinonimo di bellezza, tratto distintivo e identificativo delle donne. A partire dagli anni ‘20, il trucco è diventato un elemento irrinunciabile, capace di rendere unico e personale ogni look : scopriamo insieme come si è evoluto attraverso i decenni e come è cambiato anche il concetto di bellezza. ANNI ’20 Le Flapper Girls ascoltavano jazz e sembravano quasi delle bambole: smokey eyes, ciglia lunghissime, pelle chiarissima. Labbra e unghie rigorosamente rosse, sopracciglia quasi inesistenti . Le tonalità più in voga erano il crema e l’avorio, fino ai toni appena più rosati nella seconda metà degli anni ’20. Un must dell’epoca? La “moon manicure”: niente smalto sulla lunetta alla base delle unghie! ANNI ’30 Negli anni ’30 vennero diffusi prodotti Make Up importantissimi: mascara e ciglia finte . Scoperte che hanno rivoluzionato il concetto di trucco e che incorniciavano il volto insieme a sopracciglia sottilissime e tondeggianti, definite con la vaselina per un finish lucido (che oggi definiremmo “wet”). Per le labbra era molto diffusa la forma a bocciolo di rosa che consisteva nel creare un arco di cupido molto accentuato sul labbro superiore. Il colore? Prevalentemente rosso, ma anche rosa chiaro e arancione, tutti applicati rigorosamente con un pennellino per una maggiore precisione. ANNI ’40 Semplicità ed essenzialità: negli anni ’40 i look femminili vedevano l’uso principale di cipria e rossetto, su un viso incorniciato da sopracciglia più naturali e folte . Le labbra, sempre più rosse e vibranti, venivano riempite in maniera omogenea per donare rotondità e pienezza. Il rossetto veniva applicato principalmente con il pennellino, partendo dal centro delle labbra fino agli angoli, oltrepassando leggermente il bordo superiore per ingrandirle. ANNI ’50 Il trucco anni ‘50 è tra i più amati e desiderati al mondo per il suo stile elegante e senza tempo . Pochi e semplici elementi distintivi: protagonista è il rossetto rosso , abbinato a sopracciglia “ad ala di gabbiano” e occhi da cerbiatto, enfatizzati da eyeliner nero e tanto mascara. ANNI ’60 Occhi grandi e sgranati, sottolineati e definiti da ciglia finte e eyeliner, viso etereo, labbra nude : i colori più tenui prendevano il sopravvento su quelli accesi degli anni passati. Immancabile il mascara, che in quegli anni diventava per la prima volta waterproof . ANNI ’70 I Settanta furono gli anni della “tintarella-mania”: le donne erano ossessionate dalla pelle baciata dal sole e il trucco riproduceva l’abbronzatura dell’estate anche d’inverno , con fondotinta e polveri scuri, poco mascara e labbra nude, accompagnati da corpi tonici e magri. Le labbra erano lucide e glossy per il giorno, colorate e stravaganti per la sera. ANNI ’80 La parola d’ordine: colore! Colore ovunque, nel Make Up e sui capelli, un arcobaleno di ombretti super accesi e pigmentati, in tinte per nulla sobrie , come il blu elettrico, il fucsia, il viola. Mascara tutt’altro che neri, blush super evidente e rossetti fluo, dall’effetto super-glossy. ANNI ’90 Passata l’euforia degli anni ’80, negli anni Novanta i look tornano ad essere semplici e naturali: Make Up sobrio , con occhi appena truccati e pelle idratata e perfetta . La vera rivoluzione del periodo è il colore del rossetto: il matitone marrone è un must, da utilizzare su tutte le labbra per un effetto pump o solo sui contorni per evidenziare naturalmente la forma della bocca. ANNI DUEMILA Esplode la passione per tutto ciò che è ecofriendly e naturale: grande successo del Make Up acqua e sapone , dove il trucco c’è ma non si vede . Gli occhi sono ombreggiati con colori caldi, il volto scaldato da polveri pescate sfumate verso le tempie. Le labbra si riempiono di tinte opache, long lasting e confortevoli, capaci di resistere tutto il giorno senza imperfezioni. E a questo proposito, abbiamo un consiglio da darvi: vorreste anche voi labbra perfettamente mat e vellutate in un solo gesto? Deborah Milano presenta FLUID VELVET MAT LIPSTICK, un rossetto liquido dal finish opaco che veste le labbra di colori puri e intensi, per un look elegante e sofisticato. Questo nuovo rossetto, dalla texture estremamente confortevole e sensoriale , disegna le labbra con precisione estrema e rilascia un film sottilissimo, che si asciuga in tempi rapidissimi, assicurando un impatto colore immediato e una sensazione di leggerezza estrema. Il nuovo rossetto liquido Fluid Velvet Mat Lipstick è stato studiato per le donne più esigenti, che cercano un prodotto dal finish sofisticato, a lunga tenuta e altamente performante . La sua formula innovativa, combinata con lo speciale applicatore floccato, colora e definisce con precisione le labbra in un solo gesto, garantendo un comfort estremo e un colore che resta intenso nel tempo . Scopri le otto tonalità: dal romantico rosa antico al vitaminico fucsia, fino ad arrivare all’intenso burgundy... e non dimenticare di farci sapere qual è il tuo preferito!

Leggi
22 marzo

Leggi 

Prevenire è meglio che curare: la miglior crema anti-age secondo PiùMe

Si sa, “prevenire è meglio che curare”: soprattutto nel mondo della skincare è bene conoscere tutte le fasi della nostra pelle e imparare a prendersene cura per mantenerla sana e bella. In particolare quando parliamo di anti-age è bene avere le idee chiare su come preservare la nostra bellezza . Non solo è importante scegliere la crema giusta, ma è fondamentale anche capire quando iniziare a utilizzarla. Troppo spesso, infatti, si pensa che l’antirughe sia un prodotto adatto solo alle over 40: niente di più sbagliato, anche la pelle più giovane ha bisogno di essere nutrita e idratata, cercando di rallentare lo scorrere del tempo! Non è mai troppo presto, insomma, per iniziare ad usare un trattamento anti-age ed è fondamentale includere questo tipo di prodotto all’interno della nostra beauty routine (vi basti sapere che molti dermatologi sostengono che già a 25 anni si inizino a vedere le prime rughe di espressione!). Sono diverse le cause dell’insorgere delle tanto odiate e temute rughette: invecchiamento cutaneo, lavoro, stress, smog, raggi UV, alcool e fumo . Ma partiamo dalle basi. L’elasticità e la compattezza della pelle sono mantenute da due proteine fondamentali: l’elastina e il collagene. I fibroblasti sono le cellule che hanno il compito di produrre queste proteine. Uno stile di vita impegnativo, può essere la causa di una sovrapproduzione dei radicali liberi e dell’esaurimento del fibroblasto : le cellule epiteliali iniziano a produrre sempre meno collagene e, di conseguenza, l’idratazione e l’elasticità della nostra pelle iniziano a indebolirsi. Questo porterà l’incarnato ad apparire stanco e opaco, perdendo la sua naturale luminosità, e appariranno le prime rughe che, a seconda del fattore scatenante e dell’età, vengono suddivise in quattro categorie: Rughe d’espressione , conseguenza delle nostre espressioni facciali e dal fumo. Le zone dove tendono a svilupparsi maggiormente sono: i lati del naso, la fronte, lo spazio tre le sopracciglia, i lati degli occhi e quelli della bocca; Rughe da sonno , ovvero quelle piccole pieghe che troviamo sul volto la mattina appena svegli. Sono causate dalla pressione sul cuscino e quindi ognuno ha le sue in funzione del suo modo di dormire; Rughe attiniche , causate dagli effetti dannosi dei raggi ultravioletti sulla pelle; Rughe gravitazionali , causate dall’azione della forza di gravità sulla pelle durante la fase di invecchiamento. Cosa fare per contrastare questi segni del tempo? Attivate un’azione preventiva e iniziate a nutrire la vostra pelle utilizzando dei prodotti anti-age: rallenterete il processo di invecchiamento epidermico ed eviterete di farvi prendere dal panico! Se non sapete da dove cominciare, seguite il consiglio! Abbiamo selezionato per voi la linea Cera di Cupra Anti-Age , studiata dai laboratori Farmaceutici Dottor Ciccarelli, per aiutare la pelle a contrastare i segni del tempo e preservare la sua naturale bellezza. Perché abbiamo scelto questa crema per voi? Tutte le CREME VISO CERA DI CUPRA ANTI-AGE contengono l’ Anti-Age Care Complex , un complesso dall’efficace azione protettiva e antirughe a base di: VITAMINA A (aiuta a prevenire la disidratazione della pelle ed è nota per le proprietà anti-invecchiamento) OLIO DI AVOCADO E OLIO DI JOJOBA (aiuta a prevenire le rughe e a favorire il mantenimento di una corretta elasticità delle pelle) BURRO DI KARITÉ (dalle proprietà antiossidanti ed emollienti) BETAINA (nota per la sua capacità di mantenere l’idratazione cutanea e di proteggere l’epidermide) La nostra preferita è la Crema Antirughe Multiazione : contiene un complesso a base di Vitamine ed elementi ad alto potere nutriente, che svolge un’efficace azione protettiva e anti-invecchiamento. Con l’uso regolare, la Crema Antirughe Multiazione idrata e rende più tonica l’epidermide, attenuando le rughe e contribuendo a ritardare l’invecchiamento cutaneo . Applicata mattina e sera, svolge sulla pelle un’azione tonificante, donando una sensazione di morbidezza e comfort. Attenua le rughe, idrata, tonifica la pelle, dona morbidezza e compattezza . Comincia da qui la vostra azione quotidiana contro il tempo che passa: una piacevole coccola dedicata alla vostra bellezza.

Leggi
18 marzo

Leggi 

Bucato e lavatrice: i nostri consigli per un lavaggio perfetto e sostenibile

Per tutti quelli che “per fare una lavatrice, basta introdurre i capi nel cestello, aggiungere un po’ di detersivo nella vaschetta e spingere start”: il nostro articolo di oggi, è dedicato a voi! Lavare (bene) maglie, calzini, asciugamani e lenzuola, non è una cosa così scontata. Esistono alcuni piccoli accorgimenti che possono aiutarvi ad avere un bucato più pulito, a risparmiare energia e a fare meno fatica. Fare il bucato è parte integrante della nostra quotidianità, per questo è bene farlo nel migliore dei modi, altrimenti rischieremmo di rovinare la maggior parte dei nostri capi. Per esempio, quanti di voi fanno attenzione all’etichetta? È il passo fondamentale per far sì che non accada nulla di spiacevole durante il lavaggio. Saperla leggere permette di capire se il tessuto può essere lavato in lavatrice o meno, qual è la temperatura massima consigliata, se la stiratura è da evitare e se il candeggio potrebbe danneggiarlo. Altra cosa importante e non scontata: usate il programma indicato per sfruttare al meglio la vostra lavatrice . Leggendo le istruzioni troverete tutti i dettagli sui programmi di lavaggio (tipo di tessuto, temperatura, durata). I simboli indicano anche come dividere i capi sporchi per tipologia . Ora che sapete leggere correttamente le etichette sui vestiti, passiamo a qualche consiglio per un lavaggio sostenibile: fare il bucato eco-friendly può essere un vantaggio non solo per il pianeta, ma anche per il vostro portafogli! Per questo, PiùMe ha selezionato per voi Dixan Duo-Caps che, con la sua innovativa formula 360°, si prende cura dei vostri capi donando una pulizia impeccabile e una freschezza di lunga durata già a 30° C. La Duo-Cap penetra in profondità nelle fibre per rimuovere anche le macchie più ostinate: in modo semplice e pratico, garantisce una brillantezza unica ai tessuti, impedendone l’ingrigimento anche dopo diversi lavaggi. Inoltre, garantisce consumi d’acqua ridotti grazie alla formula altamente concentrata e il formato pre-dosato evita inutili sprechi di detersivo e plastica. Per ottenere un pulito impeccabile con il massimo della facilità, devi solo inserire la Duo-Caps nel cestello vuoto della lavatrice, aggiungere la biancheria e avviare il programma! Oltre alla variante Duo-Caps Classico , adatta ad ogni tipo di bucato, troviamo anche le Duo-Caps Multicolor per proteggere i capi colorati, le Duo-Caps Cascata di Smeraldo con sistema Extra-Freshness, per una freschezza che dura a lungo e le Duo-Caps Lavanda , dall’inebriante profumo provenzale. Ma non finisce qui! Siete sicuri di stendere bene i vostri capi? Questo è un passaggio fondamentale per evitare la formazione di pieghe antiestetiche. Prendete nota: le camicie vanno appese alla gruccia, o a testa in giù, le magliette e le lenzuola vanno tirate per far sì che non si sgualciscano. I capi colorati andrebbero stesi all’ombra, quelli delicati orizzontalmente. Le mollette, utilizzate soprattutto per calzini e biancheria, vanno posizionate sulle cuciture ed è comunque bene limitarne l’uso, per evitare di lasciare il segno. Bene, se siete arrivati a leggere fino a questo punto, per voi il bucato perfetto non ha più segreti!

Leggi
11 marzo

Leggi 

SOS Capelli: la guida definitiva per prendersene cura.

Secondo la tecnica orientale del “layering” (letteralmente “sovrapposizione di strati”) le giapponesi ritengono che ogni rituale di bellezza, per la pelle come per i capelli, debba seguire diversi step in un ordine preciso, dedicati a nutrire, ad annullare o prevenire i danni causati dai trattamenti a cui sono stati sottoposti. A questo scopo abbiamo selezionato per voi la linea Gliss Onde Soft di Schwarzkopf, una gamma completa di prodotti per capelli ondulati, con doppie punte. Le formule Gliss contengono Keratin Serum un particolare ingrediente che ripara i danni esistenti e fortifica la struttura cellulare, prevenendo i danni futuri. La formula Micro Repair Lipids ed Essenza di Peoniam , è la prima soluzione ideata per rimuovere l’eccesso di grasso dalle radici e riparare le lunghezze. Per un risultato ottimale segui (con costanza!) la nostra Hair Beauty Routine: Gliss shampoo ONDE SOFT 1. SHAMPOO Anche il lavaggio ha un rituale preciso: per ottimizzare gli effetti del vostro shampoo, applicatelo sui capelli inumiditi con acqua tiepida. Stemperate il prodotto con un po’ di acqua e massaggiate delicatamente il cuoio capelluto con i polpastrelli, eseguendo movimenti circolari. Fate una seconda passata, per rimuovere i residui di olio, e risciacquate con acqua fredda per una finitura extra brillante! Gliss balsamo ONDE SOFT 2. BALSAMO Per districare i capelli, dopo averli lavati, prendete una noce di balsamo e massaggiate delicatamente sui capelli bagnati. Lasciate agire il balsamo per qualche minuto e poi risciacquate abbondantemente. Gliss maschera intensiva ONDE SOFT 3. MASCHERA La maschera è essenziale nella routine della cura dei capelli perché fornisce la necessaria cura rigenerante dopo shampoo e balsamo. Dopo aver sciacquato il balsamo, massaggiate delicatamente la maschera Gliss Onde Soft sui capelli e tenete in posa per circa 2-3 minuti. Poi risciacquate abbondantemente. 4. ASCIUGATURA Dopo aver lavato i capelli avvolgeteli in un asciugamano in microfibra (occhio al cotone che spezza i capelli!) che assorbirà con delicatezza l’acqua in eccesso. D’estate optate per un’asciugatura all’aria aperta, nella stagione fredda cercate di minimizzare i danni causati dal phon impostando una temperatura non troppo alta e tenendolo a circa 20 centimetri dalla testa. Gliss siero spray doppie punte ONDE SOFT 5. TRATTAMENTO Per completare la vostra Hair Beauty Routine utilizzate un trattamento spray. Per le esigenze specifiche dei capelli ondulati, con doppie punte, il trattamento spray Gliss Onde Soft con Micro Repair Lipids & Essenza di Peonia previene la secchezza, garantisce nutrimento intensivo e una riduzione significativa delle doppie punte. Insomma, avere capelli belli, sani e forti non è poi così difficile: tutto sta nel prendersene cura, ogni giorno e a ogni lavaggio (con i nostri consigli, non hai più scuse!).

Leggi